L’evoluzione del settore bancario: dai processi tradizionali all’innovazione dell’intelligenza artificiale – Dicembre 2023

di Federico Benini*

   Il settore bancario, storicamente noto per la sua complessità e rigide procedure, ha attraversato un’evoluzione significativa nel corso degli anni. Nel corso di questo articolo analizzeremo come erano (e talvolta ancora sono) i processi bancari tradizionali prima dell’avvento dell’AI; poi ci concentreremo sull’evoluzione attuale nei processi bancari grazie a questa tecnologia; infine, proveremo ad ipotizzare quali trasformazioni subiranno i processi interni. Prima dell’avvento dell’intelligenza artificiale (AI) e della digitalizzazione, i processi bancari erano spesso caratterizzati da attività manuali e da un lungo periodo di elaborazione delle transazioni. Tuttavia, con l’introduzione dell’AI, il panorama finanziario sta sperimentando una trasformazione epocale, che porta ad un’efficienza operativa senza precedenti.

Senza AI: i processi bancari tradizionali

Nel passato, i processi bancari erano in gran parte dipendenti da procedure manuali e complesse catene di approvazione. L’elaborazione dei prestiti, la valutazione del rischio e la gestione delle transazioni richiedevano tempi considerevoli, spesso rallentando il servizio offerto ai clienti. La gestione dei dati era un compito monumentale, con enormi archivi di documenti cartacei e la necessità di numerose risorse umane per analizzare manualmente le informazioni finanziarie. La mancanza di flessibilità e l’alto rischio di errori umani erano intrinseci a questo modello tradizionale, comportando sfide significative per le banche. Con il processo tecnologico, anche le banche hanno digitalizzato e quindi ottimizzato i propri processi. Per citare alcuni esempi, basti pensare alla sostituzione dei documenti cartacei con sistemi di archiviazione e gestione documentale digitale, oppure all’offerta di servizi bancari attraverso piattaforme online e app mobili 1.

Con AI: l’attuale rivoluzione nei processi bancari

Attualmente, sempre più banche, specialmente di grandi dimensioni, utilizzano l’intelligenza artificiale (AI) in molteplici modi per migliorare l’efficienza operativa, ottimizzare i servizi offerti ai clienti e gestire i rischi. Vediamo di seguito i modi principali con cui le banche stanno implementando l’AI nei loro processi interni. Tramite l’assistenza clienti virtuale tramite chatbot per rispondere alle domande dei clienti, fornire assistenza tramite canali online. Viene utilizzata per la gestione del rischio utilizzando modelli di machine learning, un sottoinsieme di tecniche in cui l’algoritmo impara dai propri errori, per analizzare dati finanziari e identificare potenziali rischi, contribuendo ad una gestione del rischio più precisa e tempestiva. Inoltre, si utilizza come un sistema di supporto decisionale implementando algoritmi per supportare decisioni complesse, ad esempio nella valutazione del rischio di credito o nelle strategie di investimento. Secondo i dati del rapporto Abi Lab “Scenari e Trend del mercato ICT per il settore bancario” (Marzo 2023) 2 , il 68% degli istituti di credito sta investendo in intelligenza artificiale. In particolare, il 51% delle banche la sta utilizzando attualmente e il 46% possiede chatbot e assistenti vocali. Sempre secondo lo studio, i maggiori ambiti di applicazione ad oggi in uso sono per l’assistenza interna alla rete o al dipendente, l’assistenza clienti e la gestione della sicurezza.

Il futuro con l’AI: trasformazione totale dei processi bancari

Guardando al futuro, l'intelligenza artificiale promette di portare ulteriori innovazioni nel settore bancario. I processi saranno caratterizzati da una maggiore personalizzazione, con sistemi di raccomandazione che offriranno ai clienti prodotti e servizi finanziari su misura in base alle loro esigenze e comportamenti finanziari. Va detto, che per arrivare a questo grado di avanzamento tecnologico è necessario che la banca possegga quanti più dati possibili, e soprattutto tecniche avanzate di analisi dati per tradurre il dato in informazione utile. I chatbot evoluti e gli assistenti virtuali forniranno un servizio clienti più interattivo e personalizzato, riducendo al minimo i tempi di attesa e migliorando l’esperienza complessiva del cliente, ad esempio con l’offerta di programmi divulgativi che aumentino la cultura finanziaria del cliente. Inoltre, l’analisi predittiva dell’AI consentirà alle banche di anticipare le esigenze dei clienti e di adattare proattivamente i loro servizi.

In conclusione è importante accennare quali impatti si avranno per quanto riguarda le professioni bancarie. Sebbene alcuni lavori potranno diventare obsoleti, emergeranno nuovi ruoli a seguito dell’adozione dell’intelligenza artificiale che saranno all’intersezione tra finanza ed informatica. Ad esempio, ci sarà bisogno di Data Scientist e AI Engineers. Infine, è l’intelligenza artificiale creerà nuove figure lavorative nel contesto bancario in aree come la sicurezza informatica ed in particolare da prevenzione di frodi dovuti all’AI e da bot informatici. 3

*Ricercatore Politecnico di Milano

______________________________________________________________________________

NOTE

1 chrome-extension://efaidnbmnnnibpcajpcglclefindmkaj/https://www.cipa.it/attivita/workshop/2021/interventi/3-Rotoloni(ABILab).pdf
2 https://www.abilab.it/analisi-scenario-ict

3 https://it.wyser-search.com/market-trends/ai-e-machine-learning-nel-settore-bancario/#:~:text=Il%20pi%C3%B9%20grande%20vantaggio%20dell,e%20su%20diversi%20altri%20fattori.

Privacy Preferences
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.